14670894 1636383276659059 80637489383862660 n
SAN MINIATO - Al via le attività della Pastorale Giovanile della Diocesi. Sulla pagina Facebook «Giovani Diocesi San Miniato» si trova l’invito a partecipare sabato 14 ottobre all’incontro di apertura del nuovo anno di Pastorale Giovanile, che si svolgerà in Cattedrale a San Miniato alle ore 21,15 con la riflessione di don Luigi Epicoco sul tema «Maestro, dove abiti?». L’incontro, a cui prenderà parte anche il vescovo Andrea, è rivolto a tutti i giovani della diocesi,

a tutte le realtà parrocchiali giovanili, ai movimenti e alle associazioni. Si apre così un anno ricco di proposte e di novità anche in vista del prossimo Sinodo dei giovani, che inizierà nel mese di ottobre 2018. Ne parlaimo con don Marco Casalini, responsabile del Servizio di Pastorale Giovanile diocesano.

Tra qualche giorno si aprirà il nuovo anno della Pastorale Giovanile (PG) con attività rivolte a tutti i giovani della Diocesi e a tutte le realtà giovanili parrocchiali, associative. Come si articolerà quest’anno?

L’anno di pastorale giovanile avrà un momento importante di apertura il prossimo 14 ottobre. Sarà un momento in cui verranno presentate le varie proposte pensate per tutti i giovani della nostra diocesi. Si tratta essenzialmente di un percorso attorno ad una parola del Vangelo di Giovanni: «Maestro, dove abiti?». Questo tema sarà al centro della riflessione nelle adorazioni mensili, che si svolgeranno presso il Monastero di Santa Cristiana a Santa Croce sull’Arno. Le monache agostiniane, da qualche anno, accolgono l’iniziativa dell’adorazione e non ci fanno mai mancare il loro accompagnamento nella preghiera. Questi momenti saranno arricchiti, in Avvento e Quaresima, anche dalla possibilità di accostarsi alla Confessione.
Nel mese di dicembre ci sarà una tre giorni residenziale con la dott.ssa Elena Spada, psicologa, con cui sarà possibile fare un percorso umano di conoscenza di sé, alla luce della Parola di Dio.
Quest’anno poi ci sarà anche una novità. Si tratta dell’iniziativa chiamata «In uscita col Vescovo». Si tratta della possibilità di visitare, sempre col vescovo Andrea, due luoghi di sofferenza: l’ospedale e il carcere. Due piccole esperienze "segno" che vivranno un gruppo di giovani. Una volta che saremo più vicini a quest’appuntamento sarà comunicata la modalità di iscrizione.
Per il tempo di Quaresima è prevista un’uscita a Assisi, per un ritiro nei luoghi di san Francesco in preparazione alla Pasqua.
Vivremo poi, come l’anno passato la giornata della GMG diocesana, nella vigilia della Domenica delle Palme in Cattedrale. Un momento davvero singolare per fare esperienza di Chiesa giovane in cammino.
Le proposte vedranno poi un momento conclusivo nel dopo cena di venerdi 11 maggio, che vedrà tra noi ospiti interessanti...non possiamo dire di più al momento!
Infine un momento d’incontro sarà vissuto venerdi 8 giugno 2018 con l’ormai atteso «Aperitivo con il Vescovo» in Piazza Duomo.
Come si può vedere le proposte sono molte e ci auguriamo che siano di aiuto ai nostri giovani come momento forte di amicizia e preghiera per vivere in comunione con la Chiesa locale e occasione per approfondire la propria relazione personale col Signore Gesù.

L’incontro di apertura del prossimo sabato 14 ottobre avrà come relatore don Luigi Epicoco, teologo e scrittore, molto conosciuto a livello giovanile.

Sì, avremo il dono di avere tra noi don Luigi, giovane sacerdote dell’Aquila. Al di là delle sue molte referenze, posso solo ricordare il suo essere professore di filosofia all’Università Lateranense. È un uomo appassionato di Dio e profondo conoscitore dei giovani, del loro animo. Si è reso disponibile per inaugurare il nuovo anno di Pastorale Giovanile con una sua riflessione sul tema che ci accompagnerà quest’anno. Dopo il suo intervento e quello del vescovo Andrea, la serata si concluderà con una simpatica proposta, di cui non anticipo nulla. Lascio l’effetto sorpresa! A questo momento comunitario d’inizio sono invitati tutti i giovani della nostra diocesi e ci auguriamo ci sia una bella adesione.

All’apertura sarà presente anche il Vescovo Andrea. La sua presenza e il suo impegno verso i giovani sono sicuramente uno stimolo per tutto il servizio di PG.

Il vescovo Andrea fin da subito ha mostrato il suo interesse verso i giovani. È ancora vivo il ricordo di questo primo contatto con la realtà giovanile il giorno del suo arrivo in diocesi, avvenuto nella chiesa di San Domenico. Indubbiamente il suo apporto per il servizio di Pastorale Giovanile è stimolante per vari motivi: dalla sua esperienza in questo ambito fino a un’indubbia inclinazione personale che lo fa sentire interessato e vicino ai giovani. Anche quest’anno il Vescovo sarà presente a tutti gli incontri in programma e questo è un segno concreto di scommessa sui giovani. Tra l’altro siamo reduci da un bel pellegrinaggio in Terra Santa, avvenuto dal 4 al 12 agosto ed anche in quest’occasione il Vescovo è stato una presenza essenziale per la buona riuscita.

Un’ultima domanda: il prossimo anno si aprirà il Sinodo dei giovani. Si tratta di un’opportunità importante che apre molte possibilità all’ascolto dei giovani. Come si sta preparando la PG diocesana a questo grande appuntamento?

L’evento del Sinodo dei giovani ci vede particolarmente impegnati, come equipe della PG diocesana e non solo. Il viaggio in Terra Santa dello scorso agosto è già stato un momento importante di ascolto e confronto con i giovani. Quest’atteggiamento di ascolto continuerà anche in ogni incontro che faremo. Un’altra novità di quest’anno sarà anche la creazione di un «consiglio dei giovani del Vescovo» in cui il vescovo stesso si metterà in ascolto dei giovani in varie occasioni durante l’anno.

Seguici su Twitter