opera spatha

SAN MINIATO - Con la conferenza stampa del 27 ottobre scorso l’Opera SpathaCrux ha rilanciato la sua presenza sul territorio diocesano ed ha annunciato anche l’apertura di una nuova sezione a Pistoia. Associazione privata di fedeli approvata da mons. Fausto Tardelli nel 2014, l’OSC è composta prevalentemente da giovani, a partire dal suo presidente e fondatore Valerio Martinelli, studente universitario ventitreenne.

Al tavolo dei relatori, Leonardo Rossi, Melissa Costagli e Matteo Petrini, che hanno ricordato i principi ispiratori dell’associazione SpathaCrux, che nel nome richiama le immagini paoline della Parola di Dio come spada e della Croce che è potenza e sapienza di Dio (non a caso il patrono dell’Opera è l’Apostolo Paolo) e la cui finalità è la formazione dei giovani all’onesta partecipazione alla cosa pubblica in accordo con i dettami della fede cattolica. Una particolare attenzione è dedicata alla tutela del patrimonio storico-artistico e alle opere di beneficenza.

A questo proposito sono state menzionate le collaborazioni con la Fondazione Stella Maris, con i Rotaract di San Miniato e con i Leo Club distrettuali. Con questi ultimi in particolare è in corso una raccolta di fondi per un progetto ambizioso, Checkpoint Africa, che culminerà nel 2018 con la partecipazione a un rally umanitario in favore delle popolazioni povere del Marocco.

Dal punto di vista della formazione, l’OSC ha organizzato in passato convegni su tematiche diverse, l’ultimo dei quali a Firenze sulla situazione dei cristiani in Terra Santa.

Un progetto che riguarda più da vicino San Miniato è quello volto a valorizzare luoghi e monumenti del territorio attraverso documentari prodotti in collaborazione con un gruppo di giovani operatori. I video saranno trasmessi attraverso il sito web del Comune di San Miniato. Un altro progetto culturale importante si svolgerà nel territorio pratese, a Montemurlo, dove avrà luogo, in una residenza storica recentemente ristrutturata, un ciclo di serate sul modello della Versiliana.

Un’associazione piena di vitalità, quindi, quella degli SpathaCrux, che nella stessa sera di giovedì, ha visto aumentare il numero dei suoi confratelli. Nel corso della Messa nella chiesa del SS. Crocifisso, presieduta dal vicario generale della diocesi mons. Morelli, quattro giovani hanno ricevuto la fascia bianca, simbolo dell’appartenenza all’Opera, e hanno prestato giuramento. Alla conferenza stampa e alla Messa ha preso parte anche don Francesco Ricciarelli, che il Vescovo ha nominato assistente ecclesiastico dell’Opera SpathaCrux per il prossimo triennio.

Tra gli intervenuti, anche rappresentanti del mondo politico, come l’ex presidente della provincia Andrea Pieroni e l’assessore comunale Giacomo Gozzini.

Seguici su Twitter