Cerbaie 1

FUCECCHIO - I boschi delle Cerbaie sono stati per secoli una risorsa importante per i paesi del Valdarno: legna da costruzione e da ardere, pascoli, prodotti del sottobosco utilizzati dagli agricoltori per l’allevamento del bestiame, funghi e erbe alimentari, cacciagione sono state altrettante riserve preziose per la vita quotidiana. Senza considerare i nuovi spazi acquisiti via via all’agricoltura con la creazione di nuovi poderi, al punto che tra XVII e XVIII secolo i bilanci dei Comuni valdarnesi erano in attivo proprio grazie ai proventi delle Cerbaie. Oggi tutto è diverso, tanto che spesso questi boschi vengono avvertiti come un peso dalle amministrazioni locali e dai proprietari privati. Su questo tema abbiamo posto alcune domande a Andrea Bernardini, direttore del Consorzio delle Cerbaie.

Leggi tutto...

lOTTI

SAN MINIATO - La nascita di Gesù è narrata nei Vangeli da Luca e Matteo e aggiungerei da Giovanni. Anche in questo caso non si contano in Arte le rappresentazioni della Natività. Inutile elencarle tanto sono conosciute, dai mosaici del paleocristiano alle straordinarie invenzioni di Giotto alla Cappella degli Scrovegni a Padova, di Masaccio e poi quel capolavoro di Leonardo Da Vinci che è l’Adorazione dei Magi, la Natività di Aurelio Lomi nella Cattedrale di San Miniato e tantissime altre nelle chiese della nostra Diocesi. In questa nostra breve escursione ci siamo proposti di prendere come riferimento opere d’arte del Novecento presenti nelle chiese della Diocesi. Gli affreschi di Anton Luigi Gajoni nella chiesa di Santa Maria a Partino che narrano gli episodi principali della vita di Maria farebbero perfettamente al nostro caso se non fosse stato per la difficoltà di trovare l’immagine della Natività. I Vangeli che narrano la nascita di Gesù sono Matteo e Luca e, in modo simbolico, Giovanni.

Leggi tutto...

Giorgio DAmia Autoritratto ok

UCAI - È stata veramente una piacevole sorpresa il libro che raccoglie gli scritti di Giorgio D’Amia dal titolo «Scritti di Giorgio D’Amia» amorevolmente curato dalla moglie Gianna nel 2018, a due anni dalla sua scomparsa. Nelle pagine del libro possiamo ritrovare la sua grande preparazione culturale espressa con naturale semplicità. Leggerlo fa riaffiorare, per chi lo ha conosciuto, la sua voce pacata. Ho conosciuto Giorgio D’Amia nel 1996 in occasione di una mostra, della quale era anche uno degli organizzatori.

Leggi tutto...

zappolini

SAN MINIATO - L'ha comunicato martedì scorso il vescovo Migliavacca al Consiglio Caritas Diocesano: don Armando Zappolini, parroco di Perignano e presidente uscente del Cnca, succede nella guida dell'organismo pastorale a monsignor Romano Maltinti. Il consiglio Caritas, di cui don Zappollini faceva già parte, rimarrà in carica fino a settembre 2019. Mons. Romano Maltinti ha chiesto di lasciarde l'incarico a causa dei crescenti impegni alla guida delle due popolose parrocchie di Santa Croce sull'Arno e per l'avanzare dell'età. Don Zappolini a fine novembre concluderà il suo incarico come presidente del Coordinamento Nazionale delle Comunità di Accoglienza e potrà dedicarsi a tempo pieno alle attività diocesane. Nel ringraziare monsignor Maltinti per l'inesausto impegno di tutti questi anni, rivolgiamo un sentito augurio a don Armando per l'importante e delicato incarico che va ad assumere.

Rissa in Campo222

DAL TERRITORIO - Proseguiamo la nostra riflessione sull'argomento, già avviata con un primo articolo pubblicato sul nostro sito il 16 febbraio scorso.

Cosa dovrebbe chiedere la collettività ad un’associazione sportiva, perché si attui un significativo cambio di paradigma che smarchi lo sport dal fenomeno consumistico cui sembra ridotto, restituendogli la sua dovuta dimensione formativa? Difficile rispondere in modo preconfezionato. Proviamo a racimolare un po’ di idee, andando in ordine sparso:

Leggi tutto...

Pagina 1 di 48

Cerca

LINK UTILI

Iscrizione alla newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo

Accesso Utenti

Seguici su Twitter