Giovedì 15 Maggio presso la Chiesa di Santa Cristina in Santa Croce, in occasione del decennale del suo episcopato, il vescovo Fausto ha voluto pregare insieme ai giovani della sua diocesi.
Una tranquilla serata di Maggio a conclusione del ciclo di meditazioni sull’Amore e sulle relazioni umane, ha fatto da cornice all’evento. Il vescovo -nella sua meditazione- raccontava brevemente la storia della sua vocazione e della bellezza del rinnovare il proprio sì al Signore ogni giorno.
Dire «Ti amo» significa principalmente lasciarsi amare, accogliere l’altro, fare spazio; come Maria all’annuncio dell’angelo, siamo inviati a dare il nostro sì incondizionato al Signore.
Per valutare la nostra disponibilità verso il Signore, ciascuno secondo i suoi doni e la sua specifica vocazione, siamo invitati a confrontarci con il brano (Gv 21, 15-17) : «Gesù disse a Simon Pietro: »Simone di Giovanni, mi ami tu più di costoro?». Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti amo». Gli disse: «Pasci i miei agnelli». Gli disse di nuovo: «Simone di Giovanni, mi ami?». Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti amo». Gli disse: «Pasci le mie pecorelle». Gli disse per la terza volta: «Simone di Giovanni, mi ami?». Pietro rimase addolorato che per la terza volta gli dicesse: Mi ami?, e gli disse: «Signore, tu sai tutto; tu sai che ti amo». Gli rispose Gesù: «Pasci le mie pecorelle».
L’adorazione eucaristica, accompagnata da musica e canti, ha permesso a tutti i presenti di meditare quanto proposto nel cuore e di rivolgere le proprie intenzioni, preoccupazioni o riflessioni personali al Signore, realmente presente nell’Eucarestia.
Al termine della veglia le suore del monastero hanno rivolto al vescovo e ai giovani il loro ringraziamento per le belle occasioni di incontro e preghiera di questo anno auspicando per un crescendo futuro.
I prossimi incontri saranno sabato 24 Maggio con la festa giovani a Santa Croce sull’Arno alle 21,15 e il corso fidànzati/fidanzati tenuto dai frati di Assisi dal 13 al 15 Giugno.

Seguici su Twitter