Sulla riva dell'oceano, tra un mare di gente - 500mila persone secondo la polizia locale - Papa Francesco ha canonizzato il beato Giuseppe Vaz, il primo santo dello Sri Lanka. Il Pontefice ha anche lanciato un nuovo appello per la libertà religiosa, che - ha sottolineato – “è un diritto umano fondamentale”. 

Leggi su Avvenire.it

SAN ROMANO - Il Consultorio Familiare Diocesano A. Gianipropone lesperienza del Gruppo di parolaper lo scambio e il sostegno tra bambini e adolescenti che vivono la separazione dei genitori. La separazione èvissuta prima di tutto dalla coppia ma non di meno dai figli che si trovano a subire un vortice di cambiamenti. Tutto questo li porta ad avere una mancanza di fiducia nella famiglia. Nasce la paura di sognare una famiglia unita, vengono meno la speranza e il credere in questa. Il Gruppo di parolasi propone di ridare fiducia e speranza ai bambini che vedono i loro genitori dividersi.

Leggi tutto...

SAN MINIATO - Parte da San Miniato la sfida cristiana a una politica ormai incapace di formare se stessa. Due le parole d’ordine del progetto: onestàe preparazione. Valori oggi un po’sbiaditi considerati non piùimprescindibili, da riportare invece al centro di una nuova e futura classe dirigente animata da valori cattolici. Nasce con questo spirito l’idea di una scuola di formazione politica per i giovani, promossa dalla fucecchiese Silvia Melani, insieme al Centro di formazione socio-politica “Torello Pierazzi”di San Miniato.

Leggi tutto...

images

Caro Roberto Saviano, ho letto le cattiverie gratuite (altri le chiamano idiozie, altri ancora «pietre») che hai scritto contro le Sentinelle in piedi: loro sono solo persone che vivono ciò in cui credono con serenità e fermezza d’animo. Tu li hai definiti “omofobi”, “oscurantisti” e addirittura esecutori di “un gesto di forte violenza culturale” solo perché manifestavano contro il d.l. Scalfarotto (la prima legge fascista che sarebbe approvata in Italia dalla caduta del fascismo) e per la famiglia naturale, fatta da un uomo e una donna, con i figli generati dal loro matrimonio.

Leggi tutto...

Sentinelle

PISA - Mi sono fatto un punto d’onore di schierarmi dalla parte dei più deboli. Saranno stati i romanzi cavallereschi di cui mi sono nutrito da ragazzo o le angherie subite dai bulli che, sebbene non se ne parlasse tanto sui giornali, esistevano anche ai miei tempi. Fatto sta che ho deciso di partecipare alla veglia delle “Sentinelle in piedi” lo scorso 5 ottobre a Pisa. Vituperate e sbeffeggiate dai più famosi opinionisti della sinistra “democratica” (Saviano, Serra, Lucarelli Selvaggia e compagni), aggredite a suon di insulti e sputi dagli attivisti dell’arcigay e dei centri sociali, le Sentinelle usano manifestare in silenzio, in piedi, leggendo un libro. Perché danno tanto fastidio? Perché si oppongono a un disegno di legge (il ddl Scalfarotto) che prevede condanne esemplari per chi osi sollevare qualsivoglia critica alle nozze gay, all’adozione di figli da parte delle coppie omosessuali, all’indottrinamento dei bambini nelle scuole mediante libretti pornografici… Può sembrare strano ma un disegno di legge del genere esiste e - senza troppo clamore, per non smuovere le coscienze addormentate - lo stanno addirittura approvando in parlamento. La colpa delle Sentinelle è quella di attirare l’attenzione sulle contraddizioni e l’ingiustizia di una simile proposta di legge e di riaffermare l’unicità del matrimonio tra uomo e donna, al quale non possono essere equiparati altri tipi di convivenza. Per questo le Sentinelle vengono apostrofate come “omofobe” (un neologismo dal significato piuttosto vago, comunque molto offensivo), “fasciste”, “ignoranti”, ecc…

Leggi tutto...

Pagina 10 di 11

Seguici su Twitter