IMGP0479bn
SAN MINIATO - La città di San Miniato è stata scelta nel tempo da molti ordini religiosi come sede per i loro conventi: Agostiniani, Umiliati, Francescani,  Cappuccini, Domenicani,  suore Domenicane e altri ancora, come l’Ordine delle Clarisse di Santa Chiara d’Assisi con il loro Monastero di San Paolo nato nel XIV secolo (Anno 1381) per volontà di Donna Margherita, vedova di messer Paolo Portigiani.
L’amore della persone e della gente per le Clarisse di questo Monastero e per ciò che rappresentano ha fatto si che nel tempo questo si arricchisse di opere d’arte importanti. Tra queste la tavola con la "Crocifissione tra i Santi Paolo, Chiara e Francesco" della bottega del Perugino, la "Madonna con il Bambino" che un tempo si trovava nella chiesa e alla quale venivano attribuiti miracoli ed anche la bellissima figura del «Cristo deposto».  E tra le opere moderne una bella tela di Dilvo Lotti del 1973 dal titolo Natività per il Monastero di San Paolo a San Miniato. Si potrebbe scrivere molto sulla storia e l’arte di questo convento.
Leggi tutto...

cigolibn


CIGOLI - Una giornata di festa come quella del 21 luglio a Cigoli in onore della Madonna Madre dei Bimbi non poteva esser più bella. Mons. Migliavacca, vescovo di San Miniato ha presieduto la solenne concelebrazione e in quest’occasione ha fatto presente «la lunga tradizione, la lunga storia di fede» che ha contraddistinto in questi secoli la venerazione della Madonna per i fedeli di Cigoli e non solo.
La splendida pagina del Vangelo, quella delle nozze di Cana, ci ha fatto partecipi della intercessione di Maria per la nostra vita: non si tratta solo della mancanza di vino ad una festa di matrimonio ma della preghiera della Madre del Signore, rivolta a Gesù affinché si compiano i tempi della salvezza del popolo di Dio.
Nel ricordare che la Vergine Santa «è custode della incarnazione di Dio cioè del venire di Dio in mezzo a noi» si è fatta necessaria la testimonianza del parroco Don Giampiero Taddei: «Io ho tutte le ragioni per ringraziare la Madonna che mi ha dato la possibilità anche in questo anno 2016 di essere a questa celebrazione perché ad un certo punto mi ero reso conto che poteva andare diversamente» per via della malattia.E allora affinché l’esperienza della Madre dei Bimbi, possa esser fatta propria in contesti parrocchiali e diocesani che non la conoscono, don Giampiero Taddei ha regalato ai concelebranti e al vescovo un importante e prezioso documento, una tesi di una ragazza della zona dal titolo «La Madre dei Bimbi di Cigoli. Storia dell’arte. Storia della devozione» importante per conoscere la venerazione di quest’immagine e di questa realtà della diocesi.

Leggi tutto...
13615103 1604490613181659 6112190779126410169 n
CRACOVIA - Sono dodici i giovani della Diocesi di San Miniato che hanno scelto di partecipare alla Giornata Mondiale della Gioventù a Cracovia, che si uniranno ai 500 della Diocesi di Firenze. Fra questi c’è Marco che insieme agli altri 3 giovani della Diocesi di Firenze, guidati da Don Robert e Don Renato, ha raccolto la sfida del gemellaggio  in una della diocesi della Polonia.
Sono partiti il 18 Luglio da San Mauro a Signa per raggiungere Udine, prima tappa e primo gemellaggio con la diocesi friulana: «Già qui – ha affermato Marco – si respirava un clima da GMG perché l’accoglienza è stata molto calorosa e ci hanno fatto sentire veramente a casa come se ci conoscessimo da anni».
Il viaggio è proseguito il giorno dopo con i 250 giovani di Udine con destinazione Vienna. Dopo una vista alla stupenda città, i pellegrini provenienti da tutto il mondo per la GMG si sono riuniti in cattedrale per partecipare alla celebrazione eucaristica presieduta dal cardinale Schonborn.
«Ci sentivamo tutti uniti e amati dallo stesso padre e - afferma ancora Marco - come ha affamato  il Cardinale, appartenenti  ad unica chiesa che è famiglia di famiglie e dobbiamo essere grati al Signore delle tante realtà che ne fanno parte».
Leggi tutto...

2016-06-01-PHOTO-00000012

PONSACCO - Anche in Diocesi si potrà partecipare alla edizione locale della Gmg 2016. Il 30 e 31 lugliio prossimi tutti i giovani sono chimati a partecipare all’evento che si svolgerà tra Camugliano e Ponsacco.
Nel corso della due giorni curata dalla pastorale giovanile in collaborazione con Ac, i ragazzi potranno partecipare a momenti di festa e riflessione.
L’appuntamento è per le 17,30 in località Camugliano, Ponsacco, dove don Udoji animerà uno spettacolo musicale. Dopo cena i giovani «marceranno» fino a Ponsacco, dove varcheranno la porta santa e potranno accostarsi alla Confessione e all’Adorazione eucaristica.
Per informazioni è possibile contattare don Tommaso Botti 3388971429 e Francesco Ferazzi 329475213.
Il vescovo Andrea ha dichiarato: «L’esperienza della Gmg accompagna il cammino di fede dei giovani da più di trent’anni. Avviata per iniziativa di San Giovanni Paolo II, ancora oggi è capace di chiamare tanti giovani a ritrovarsi nelle diverse città del mondo.
Per tanti, essa è occasione di cammino personale di fede, di incontro e condivisione con giovani da ogni parte del mondo, di ascolto della parola del Vangelo e di incontro con il Santo Padre.
L’esperienza continuerà anche tornati a casa, attraverso la testimonianza e il racconto di quanto è stato vissuto».

13717331 1383416778341395 3205020102665028761 o

DALLA DIOCESI - l vescovo Andrea, la sera del 13 luglio ha incontrato diversi giovani, tra cui io, in vista del prossimo incontro mondiale dei giovani con il Papa a Cracovia.
Hanno partecipato molti giovani, provenienti da varie parrocchie della diocesi, tra i quali alcuni iscritti a questo pellegrinaggio con la diocesi stessa e altri appartenenti alle comunità del Cammino Neocatecumenale che parteciperanno a questo incontro mondiale con altre realtà del Cammino, andando a vivere anche esperienze di missione ed evangelizzazione in posti dove Cristo è stato dimenticato e dove le persone necessitano di una parola di speranza e di vita.
Il vescovo contento di vedere questo gruppo giovanile che parte per questo pellegrinaggio, ha voluto ricordare e precisare il ruolo che ognuno di noi ha, andando a vivere questa esperienza: «Voi, andando a Cracovia, non siete solo partecipanti ad un grande evento con il Papa, ma siete soprattutto ed in prima linea Testimoni dell’Amore di Dio, e la vostra grande missione non è solo in quei posti dove andrete ad evangelizzare, ma è quando tornerete nelle vostre parrocchie e nei vostri paesi.

Leggi tutto...

Pagina 13 di 48

Seguici su Twitter